Afte, rimedi naturali

Afte, come trattare le afte con rimedi naturali

Ulcere o afte nella bocca: 

Le afte sono dolorosi ulcere nella cavità orale ; possono essere causate da stress, da uno stato immunitario basso o da stanchezza.
Anche certi alimenti come le noci, certi formaggi, ananas, kiwi, mele verdi possono essere la causa di afte o ulcere nella bocca e non dimentichiamo le ferite dovute alla crosta di pane o altro oggetto. Possono scomparire naturalmente in una o due settimane, ma si possono eliminare più velocemente con uno di questi rimedi naturali.

Qualche rimedio naturale per alleviare il bruciore e far guarire più in fretta le afte o disturbi nelle gengive:  

Come trattare le afte con la magnetoterapia:

applicare la polarità negativa (-) di un magnete (calamita) sul viso in corrispondenza con l’afta e lasciare fino a miglioramento, se è possibile. Altrimenti applicarlo durante la notte.
Il magnete è un antidolorifico e antinfiammatorio naturale, aiuterà ad alleviare il bruciore e a guarire più velocemente. Clicchi qui se desidera vedere i magneti. 
Il trattamento con i magneti può essere associato ad uno dei metodi descritti qui sotto o ad un altro trattamento. 

Alcuni rimedi naturali per trattare le afte:

Fare risciacqui con acqua magnetizzata negativa (-) alla quale si aggiunge 1 goccia di olio essenziale di chiodo di garofano. Bagnare un pochino di ovatta in quella miscela e applicarlo sull’afta.

Antibiotico naturale: diluire 2 gocce di estratto di semi di pompelmo in un cucchiaio da minestra di acqua tiepida. Immergere un Q-tips e ricoprite bene l’afta col liquido ottenuto. Ripetere 3 volte al giorno. È consigliato di evitare gli alimenti acidi, almeno fino a miglioramento.

Gargarismi: versare in mezzo bicchiere d‘acqua tiepida 2 cucchiaini di sale marino o ½ cucchiaio a caffè di bicarbonato di sodio e fare gargarismi. Ripetere 3 volte al giorno.

Se il fastidio permane si consiglia di prendere appuntamento dal dentista che in base alla diagnosi potrà fare o prescrivere un trattamento adeguato. 

Lascia un commento